• Gewürze Orlandosidee
  • Spezie Orlandosidee
  • Spice Shop Orlandosidee

Fiori di Lavanda

Francia

Orlandosidee Spezie

bustina salva aroma


25 gr 3,10 Euro

Prezzo Base 100gr 12,40 Euro

Offerte Speciali grandi confezioni a partire da 125 gr.- 250 gr.- 500 gr.- 1 Kg


Prezzo compreso di IVA. Trasporto assicurato Italia forfettario Ordinario 5 - 8 giorni lavorativi Euro 12,90 - rapido 2 - 4 giorni lavorativi Euro 15,90

Fiori di Lavanda Blu

Fiori di Lavanda Blu

Francia (Regione della Provence)

I fiori di lavanda sono piccoli fiori blu che crescono sugli arbusti di Lavandula L., pianta appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. Questa pianta è originaria dell'Africa del Nord e delle regioni montuose del Mediterraneo e i suoi cespugli profumati sono molto diffusi anche in Italia. La specie più diffusa lungo lo Stivale è la Lavandula officinalis, ma ne esistono molte altre, dallala Lavandula latifolia alla Lavandula angustifolia, la Lavandula dentata e la Lavandula stoechas. In tutti i casi si tratta di piante aromatiche in cui i fiori di lavanda si riuniscono a formare delle spighe. I fiori di lavanda sono ermafroditi e vengono impollinati dagli insetti, in particolare da ditteri (mosche e zanzare) e imenotteri (come api e vespe). In genere hanno petali delle sfumature del blu, ma non mancano nemmeno i casi in cui sono color porpora, bianchi o, più raramente, giallastri.

Oggi è facile che parlando di fiori di lavanda il pensiero corra ad una particolare regione del sud-est della Francia, la Provenza. Qui, infatti, interi campi vengono coltivati con gli arbusti di lavanda, tanto che fra i percorsi turistici consigliati a chi visita la regione c'è anche il cosiddetto “itinerario della lavanda”. Percorrendolo è possibile ammirare lo spettacolo dei campi profumati ricoperti di fiori di lavanda, gli stessi che OrlandosIdee vi propone in vendita.

Gli usi dei fiori di lavanda

Il termine “lavanda” deriva dal latino che significa “lavare”. Infatti questa pianta dai fiori blu-violacei è stata utilizzata sin da tempi antichi per la pulizia del corpo. I fiori di lavanda venivano ad esempio utilizzati dagli antichi Romani per profumare l'acqua in cui si immergevano dopo il bagno. Sempre i Romani utilizzavano i fiori di lavanda anche per preparare profumi e decotti o infusi per prendersi cura di pelle e capelli. Il loro uso per la pulizia del corpo è stato molto intenso anche nel Medioevo. Anche oggi la fragranza dei fiori di lavanda viene utilizzata sia all'interno di profumi che negli shampoo, nei saponi e nei detergenti.

I fiori di lavanda possono essere raccolti, riuniti in mazzetti e lasciati essiccare per poi utilizzarli in modi molto diversi. C'è ad esempio chi li chiude all'interno di sacchetti di cotone o di organza da utilizzare per profumare i cassetti e tenere alla larga le tarme. Altri utilizzano i fiori di lavanda per produrre a casa propria saponi o candele artigianali dal colore e dal profumo inconfondibili. Infine, lasciando macerare i fiori di lavanda per alcune settimane all'interno di un olio vegetale è possibile ottenere i cosiddetti oleoliti. Si tratta di macerati oleosi in cui i principi attivi dei fiori di lavanda vengono rilasciati nell'olio, che poi può essere utilizzato in diversi modi. Ne bastano ad esempio piccole quantità su un batuffolo di cotone per massaggi benefici sulla pelle impura. Oppure è possibile aggiungere qualche goccia di oleolite di fiori di lavanda ai detergenti, ai sali da bagno o alle pomate.

Oggi la coltivazione dei fiori di lavanda fa fronte soprattutto alla richiesta del loro olio essenziale, ottenuto dalla distillazione delle infiorescenze. L'essenza viene estratta direttamente dalle infiorescenze di fiori di lavanda e contiene linalolo, acetato di linalile, limonene, cineolo, canfora, alfa-terpineolo e beta-ocimene. Considerata l'olio essenziale rilassante per eccellenza, è diversa dall'acqua floreale, che può essere utilizzata per profumare e rinfrescare gli ambienti domestici e la biancheria da letto.

I benefici dei fiori di lavanda

Oggi i fiori di lavanda sono rinomati soprattutto per le loro proprietà rilassanti e per i benefici a livello della pelle. L'olio essenziale di lavanda può infatti aiutare a combattere l'insonnia, la stanchezza e la pesantezza agli arti inferiori e il mal di testa associato a stress e tensioni. Inoltre viene utilizzato anche per combattere le contratture muscolari e i reumatismi. Applicato sulla pelle aiuta ad alleviare il prurito scatenato dalle punture di insetto e i fastidi associati a infiammazioni e piccole ustioni. Infine, l'olio essenziale di lavanda può aiutare ad alleviare le congestioni da raffreddamento; basta aggiungerlo all'acqua calda per i suffumigi insieme a del bicarbonato.

Tutte queste proprietà benefiche possono essere sfruttate anche preparando un infuso o un decotto con i fiori di lavanda essiccati. Utilizzati come bevande, infusi e decotti esercitano un effetto calmante, rilassante e diuretico, calmano i dolori addominali e combattono i gas intestinali. Esternamente, gli infusi di fiori di lavanda possono invece essere utilizzati come detergenti dalle proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche, antibatteriche, antimicotiche e cicatrizzanti.

Attenzione, però: gli esperti raccomandano di fare attenzione all'uso della lavanda se si è in trattamento con barbiturici, benzodiazepine o cloralio idrato. Inoltre sembra che l'applicazione topica di olio di lavanda possa portare alla crescita del seno nei ragazzi in età prepuberale.

I fiori di lavanda in cucina

I fiori di lavanda vengono possono essere utilizzati anche per profumare e insaporire piatti di pesce, zuppe, verdure e gelati artigianali. Ne bastano 10 grammi (secchi) per insaporire un kg di gelato!

Ecco un esempio di come utilizzarli: la ricetta dei bigné di fiori di zucca alla lavanda.

Ingredienti:

  • 500 g di fiori di zucca
  • 150 g di farina
  • 2 cucchiai da tavola di fiori di lavanda
  • 1 litro di olio di semi per friggere
  • Salsa di pomodoro quanto basta
  • Acqua quanto basta

Preparazione:

Iniziare a scaldare l'olio in una pentola e preparare una pastella con la farina, l'acqua e i fiori di lavanda, mescolando delicatamente. Pulire i fiori di zucca eliminando il pistillo e il gambo, in modo da conservare solo i petali arancioni. Immergerli nella pastella ai fiori di lavanda e trasferirli delicatamente nell'olio bollente, farli dorare da entrambi i lati, quindi scolarli su carta assorbente. Servire con la salsa di pomodoro in accompagnamento.

Come preparare un oleolito con i fiori di lavanda secchi

I fiori di lavanda secchi possono essere utilizzati per preparare un oleolito con diversi tipi di olio, ma spesso viene suggerito quello di girasole. I fiori di lavanda devono essere sminuzzati e lasciati a macerare all'interno dell'olio per 30-40 giorni, in luogo asciutto e al buio. Una volta al giorno il barattolo deve essere capovolto ripetutamente, e alla fine del periodo di macerazione il contenuto deve essere filtrato e trasferito in una bottiglia di vetro scuro. Conservandolo al buio, l'oleolito di fiori di lavanda può durare per un periodo variabile tra i sei mesi e un anno.

Come preparare un infuso di fiori di lavanda

Aggiungere un cucchiaino di fiori di lavanda secchi ogni 250 ml di acqua bollente. Lasciare in infusione per 10 minuti e filtrare. Bere l'infuso tre volte al giorno.

Vendita Fiori di Lavanda Blu

ingrosso / autoconfezionatori :info (at)orlandosidee.de

Contatti

OrlandosIdee -Alt-Tempelhof 23-25 - 12103 Berlin - e-mail: info(at)orlandosidee.de

Tel.:0049 (0)30 720 11 318 - Fax:0049 (0)30 792 81 89

Sitemap